sabato 18 novembre 2017 - Aggiornato alle 13:16

Politica & Lavoro

Meta - Mossa a sorpresa del sindaco, Tito azzera la Giunta

Aria pesante nel PD, silurati tre assessori. Rottura nella maggioranza, mano tesa verso l'opposizione per nuovi assessorati

A Meta è ancora tensione politica. Clima incandescente dopo l'approssimarsi del processo al sindaco Giuseppe Tito, che sembra già pensare ad un futuro senza di lui in Comune. L'amministrazione mostra chiari segnali di cedimento, tanto che a sorpresa per tutti arriva come una bomba la notizia dell'azzeramento della Giunta in carica. Tre dei fiduciari del sindaco su quattro improvvisamente revocati dal loro incarico. Due donne, Balzano e Aiello, più l'ormai ex fedelissimo assessore Starita. Il solo vicesindaco Pasquale Cacace resta dov'era, probabilmente in seguito ad accordi frutto di intesa con il primo cittadino metese. Il sospetto matura dopo un colloquio privatissimo di qualche sera fa con il sindaco Tito, presso il suo albergo di famiglia a Meta, dove il vice Tito venne visto conversare in disparte col sindaco PD. Clima di sfiducia ormai attorno alla sua amministrazione, che evidenzia segni di frattura tanto che sembra avvicinarsi all'opposizione tendendo la mano al consigliere Bruno Antonelli per un nuovo innesto in Giunta.

Resta in piedi l'ipotesi di un valzer di deleghe fra le due donne, per motivi di quote rosa. Aperto il discorso sul fronte assessorati al maschile. Ciò appena dopo l'ultimo Consiglio comunale in cui la parte dell'opposizione facente capo a 'Meta comune' con Laura Attardi aveva discusso alcune mosse del sindaco in materia contabile sul punto del DUP. Attesa dunque per i prossimi nuovi volti in casa Meta, mentre il partito renziano attiva le sue contromisure per una interrogazione parlamentare volta a far luce sulla situazione comunale, cha va verso un possibile commissariamento fino al 2018 in caso di rinvio a giudizio per Tito. 


mercoledì 2 agosto 2017 - 18:44 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

 




Sponsor
 
penisolachannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO