lunedì 27 marzo 2017 - Aggiornato alle 12:28

Cultura & Spettacolo

Sorrento incontra Cuba. Un mese in compagnia delle 'Tradicciones'

Dal 15 dicembre al 15 gennaio al Conservatorio di Santa Maria delle Grazie esposte le opere di 17 artisti di Cuba

Al Conservatorio di Santa Maria delle Grazie a Sorrento è partita la mostra collettiva dal titolo “TrAdicciones”, organizzata dall’Associazione Culturale Cryteria Project.
La mostra intende mettere in luce le “Contraddizioni” o meglio ancora le “Dipendenze” della cultura cubana rispetto ai riti e alla religione in genere, che non sono poi così diverse da quelle della nostra società: frammenti conflittuali della vita quotidiana.
L’esposizione fotografica è divisa in quattro blocchi incentrati sui temi della festa, della spiritualità, delle problematiche storiche-politice-sociali e della vita rurale.
Gli artisti, ognuno con il suo particolare linguaggio formale e la sua personale esperienza, dimostrano che le tradizioni, intese come usanze di una comunità, nel tempo sono diventate manifestazioni culturali che il più delle volte sconfinano in ossessioni, “dipendenze” (questo spiega il gioco di parole nel titolo della mostra).
Questo è vero per le persone comuni che assistono e vivono questi riti ed è vero pure per gli artisti che nel fotografarli o riprodurli danno una loro interpretazione del dato reale, creando metafore che invitano alla riflessione e che spesso portano ad allontanarsi dal significato intrinseco che dà invece una visione diretta e quindi libera del rito stesso. In questo caso l’artista diventa “dipendente” della fotografia che è prima di tutto un mezzo di espressione, in particolare quando non ritrae quello che si vede in maniera critica e oggettiva ma carica la rappresentazione di simboli e significati, sfruttando anche il potenziale turistico dell’immagine per fini puramente commerciali.

Allora succede che le tradizioni, i riti, gli usi non vengono vissuti solo in particolari momenti dell’anno ma tutti i giorni senza capirne il vero senso e perdendone la vera essenza.
Altre volte questo tipo di immagini vengono legate a messaggi politici, favorendo la costruzione della figura dell’eroe storico e seppur non ufficiali, diventano simboli identificativi di una Nazione (in questo caso Cuba) per chi la guarda dall’esterno.
La mostra “TrAdicciones”, presentata lo scorso aprile a Cuba presso la Società Dante Alighieri Comitè dell’Avana e a luglio all’Alleanza francese, ora arriva a Sorrento, caratterizzandosi come un progetto espositivo itinerante.
Gli scatti in mostra sono molto diversi tra loro, alcuni mostrano un’accentuata ricerca formale, altre presentano sfumature giornalistiche, ma tutte offrono una lettura analitica della cultura popolare cubana, liberandosi dalla seduzione dei luoghi comuni.
Presenzierà all’inaugurazione il fotografo Ihosvany Plasencia, curatore della mostra e responsabile culturale all’estero dell’Associazione Cryteria Project.


giovedì 15 dicembre 2016 - 18:30 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

 




Sponsor
 
penisolachannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO